둘둘치킨 | La diastasi è comune nelle mamme che hanno avuto gravidanze ripetute, hanno più di 35 anni o hanno due gemelli, multipli o un bambino con un peso alla nascita elevato.
39759
post-template-default,single,single-post,postid-39759,single-format-standard,theme-stockholm,qode-social-login-1.0.2,qode-restaurant-1.0,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-4.6,menu-animation-underline-bottom,popup-menu-fade,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.5,vc_responsive
 

La diastasi è comune nelle mamme che hanno avuto gravidanze ripetute, hanno più di 35 anni o hanno due gemelli, multipli o un bambino con un peso alla nascita elevato.

La diastasi è comune nelle mamme che hanno avuto gravidanze ripetute, hanno più di 35 anni o hanno due gemelli, multipli o un bambino con un peso alla nascita elevato.

CORRELATO: 10 miti comuni sulla malattia tiroidea Probabilmente credi che i gozzi siano in genere diagnosticati tramite test di funzionalità tiroidea, secondo l’ATA, e tutti i test successivi, come un’ecografia tiroidea o una biopsia della tiroide, dipendono da questo. Lo stesso vale per il trattamento, che dipende interamente da ciò che sta causando il gozzo in primo luogo. Ma per quanto riguarda l’affermazione di Richards secondo cui andare senza glutine ha aiutato qualsiasi problema alla tiroide di cui soffriva, non ci sono prove mediche reali a sostegno.

In effetti, il mito secondo cui una sensibilità al glutine può scatenare una condizione della tiroide è proprio questo: un mito. “La malattia di Graves e il cancro alla tiroide non miglioreranno se si sta lontani dal glutine”, ha detto a Health Christian Nasr, MD, endocrinologo presso la Cleveland Clinic. Lo stesso vale per la malattia di Hashimoto o l’ipotiroidismo, ha detto. E mentre il dott. Nasr ha affermato che la celiachia è comune nelle persone con patologie tiroidee e che ha senso rimuovere il glutine dalla dieta se si hanno sia una sensibilità al glutine che una patologia tiroidea, non ci si dovrebbe aspettare che la tiroide migliori dalla dieta i cambiamenti. “Gli anticorpi della tiroide non scendono e diventano normali con una dieta priva di glutine”, ha affermato il dott. Nasr.

Tuttavia, sostiene Richards per aver assunto un ruolo attivo nella sua salute e per i suoi fan facendole sapere quando qualcosa sembra non funzionare. CORRELATO: 19 segni che la tua tiroide non funziona bene tutto ciò che devi sapere sull’allevamento di animali domestici e su come iniziare Fai spazio nella tua casa e nel tuo cuore per prenderti cura di un animale a breve termine e sarai ricompensato entrambi. Di Samantha Lauriello 14 febbraio 2019 Pubblicità Salva Ellissi Pin FB Altro Tweet Mail Email iphone Invia SMS Stampa ciò che significa L’affidamento fornisce una dimora temporanea a un animale rifugio che, per vari motivi, non può vivere in un rifugio. Forse il riparo è troppo affollato, o potrebbe essere che l’animale non vada bene in quell’ambiente. “Inoltre, consente a un altro animale di essere salvato e ospitato da tale organizzazione”, afferma Carly Fox, DVM, veterinaria presso il Animal Medical Center di New York City. Quindi quanto dureranno i tuoi doveri?

Bene, può essere ovunque da pochi giorni a mesi, per quanto tempo impieghi il rifugio a trovare una casa per sempre per quell’animale. Per te, la promozione è un ottimo modo per avere un animale nella tua vita quando non sei pronto a prendere un impegno pluriennale. Inoltre, è divertente! CORRELATO: 12 modi in cui gli animali domestici migliorano la tua salute Le tue responsabilità Ogni organizzazione promuove in modo diverso e Dr.

Fox afferma che è fondamentale informarsi su cose come chi è responsabile per le spese mediche e per quanto tempo ci si aspetta che abbia l’animale. In genere, fornirai assistenza quotidiana, alloggio, sicurezza, cibo e, naturalmente, amore e affetto. Pazienza e attenzione extra possono essere necessarie per gli animali giovani o quelli che sono birichini durante questo periodo di transizione.

Potrebbe anche essere richiesto di portare l’animale al rifugio per incontrare potenziali adottanti o farli venire a casa tua. CORRELATO: C’è un motivo scientifico per cui i cuccioli sono così carini che vuoi mangiarli Come iscriversi Inizia la ricerca di rifugi nella tua zona (petfinder.com è un modo semplice per cercare) e contatta due o tre per chiedere applicazioni affidatarie. “Ti faranno domande su dove verrà tenuto l’animale, chi se ne prenderà cura, quanto tempo rimarrà da solo e altre cose di base”, afferma Elizabeth Jensen, direttrice regionale nord-orientale della Best Friends Animal Society. Una volta accettato, sarai in grado di offrirti volontario per favorire un animale adatto al tuo stile di vita (uno che va d’accordo con altri gatti o cani, per esempio) e il calendario (puoi prendere un nuovo animale domestico quando funziona per te ). CORRELATO: 13 modi divertenti per allenarti con il tuo cane L’angolazione emotiva Un’altra cosa di cui devi essere consapevole: quando arriva il momento di dire addio a un animale domestico che stai promuovendo, può essere difficile, avverte Jensen.

Se non riesci a sopportare la separazione, alcuni rifugi e organizzazioni di salvataggio daranno la priorità ai genitori adottivi se decidono di adottare, ma altri potrebbero limitarlo. E ricorda questo, dice Jensen: “Inviare un animale a una famiglia amorevole e poi prendere un altro affidatario è uno dei più grandi doni che puoi fare”, dice. Per ricevere le nostre storie migliori nella tua casella di posta, iscriviti alla newsletter di Healthy Living. 4 Esercizi per ricostruire il tuo core dopo che l’istruttrice di Diastasis Recti Pilates Kristin McGee condivide le mosse che sta usando per guarire da diastasis recti dopo la nascita dei suoi gemelli. Di Kristin McGee, 19 luglio 2017 Ogni prodotto che proponiamo è stato selezionato e rivisto in modo indipendente dal nostro team editoriale. Se effettui un acquisto utilizzando i link inclusi, potremmo guadagnare commissioni.

Pubblicità Salva Pin FB ellissi Altro Tweet Mail Email iphone Invia SMS Stampa messaggio Diastasis Recti si verifica quando l’addome si allunga durante la gravidanza e si separa al centro, lasciando un vuoto. “Diastasi” significa separazione. “Recti” si riferisce al retto addominale, noto anche come gruppo muscolare da sei pack. Quando questi muscoli si staccano, la pancia può sporgere, provocando un “cane” che può far sembrare incinta una donna molto tempo dopo il parto. Ora che mi occupo personalmente della diastasi recti, so in prima persona quanto possa essere frustrante. La diastasi è comune nelle mamme che hanno avuto gravidanze ripetute, hanno più di 35 anni o hanno due gemelli, multipli o un bambino con un peso alla nascita elevato. Con il mio primo figlio, Timothy, ho guadagnato solo circa 28 chili ed ero tre anni più giovane di me adesso.

Con i miei gemelli, Robert e William – che hanno appena compiuto sette mesi – è stata una storia completamente diversa. Li ho portati quasi a termine; e pesavano 6,8 e 7,1 libbre alla nascita. Ho una separazione proprio sopra l’ombelico larga circa due dita.

Anche se sono tornato al mio peso pre-gravidanza, alla fine della giornata ho ancora la pancia incinta. Non mi rendevo conto che avevo a che fare con diastasis recti quando ho iniziato a esercitare di nuovo; Ero ansioso di tornare alla mia routine, e probabilmente fare troppe cose, troppo in fretta, senza una corretta attenzione alla guarigione e al rafforzamento del mio nucleo. Ecco perché voglio avvertire tutte le mamme dopo il parto di controllare se hanno la diastasi recti, dal momento che così tante cose (compresi gli scricchiolii) possono peggiorare le cose.

A parte il cane, la condizione può causare costipazione, lombalgia e incontinenza urinaria. CORRELATO: 5 modi in cui un bambino cambia i capelli Per fare un autotest per la diastasi recti, sdraiati sulla schiena con le ginocchia piegate e i piedi appoggiati sul pavimento. Posiziona le punte delle dita lungo la linea mediana e parallelamente alla vita in corrispondenza dell’ombelico.

Metti l’altra mano dietro la testa e solleva la testa mentre premi delicatamente la punta delle dita verso il basso. Se non senti lo spazio tra i muscoli restringersi o le dita affondare nello spazio, potresti avere una diastasi. Muovi le dita verso il basso sull’addome e continua i test lungo la strada. (Alcune mamme possono avere una separazione larga quanto quattro dita o più.) Puoi anche chiedere a un professionista di controllare per te. Se hai a che fare con diastasis recti, dovresti evitare di fare esercizi che possono peggiorare la separazione, come scricchiolii, assi e colpi di scena.

Saltare fuori dal letto è anche un no-no (rotola sempre di lato per primo), così come qualsiasi movimento che provoca un cono visibile o una cupola nei muscoli addominali. Imparare a usare il tuo core profondo per sollevare le gambe è importante. E il rafforzamento degli addominali trasversali, lo strato più profondo di addominali, è essenziale. La chiave della guarigione (e so che questo probabilmente non è ciò che vuoi sentire) sta lavorando in modo consapevole e lento – e facendo profondi respiri diaframmatici nella parte posteriore delle costole. Mentre lavori al centro, pensa a unire i muscoli e disegnare e sollevare.

Alcune persone raccomandano una stecca, ma personalmente penso che sia meglio lavorare sul core internamente. Per ulteriori suggerimenti e allenamenti sul fitness, iscriviti alla newsletter SALUTE Diastasis recti esercizi Nel video qui sotto, mostrerò alcune mosse che puoi praticare a casa ogni giorno. Certo, se senti dolore o vedi dei dolori addominali, dovresti smettere. Inizia sdraiato sulla schiena. Mi piace fare questi esercizi su un sostegno chiamato Parasetter, perché mi aiuta a dirigere il respiro nel posto giusto mentre lavoro.

Se non hai un Parasetter, prova a posizionare una coperta arrotolata per yoga o un asciugamano tra le scapole. E https://harmoniqhealth.com/it/prostero/ se non ne hai uno, sdraiati sul pavimento. Ricorda di contrarre il pavimento pelvico mentre espiri e mantieni il core impegnato durante gli esercizi.

1. Tieni un cerchio magico, un blocco di yoga o una palla che schizza sul petto, le braccia dritte. Stringiti mentre immagini di avvolgere le costole anteriori e di coinvolgere i muscoli obliqui e i muscoli del pavimento pelvico. 2. Estendi le braccia in alto senza lasciare le costole aperte. Usa gli addominali per disegnare tutto.

Quindi tornare alla posizione iniziale. 3. Solleva le gambe sul piano del tavolo, tenendo consapevolmente tutto attirato. Abbassa lentamente una gamba alla volta per toccare le dita del piede sul pavimento. Se vedi dei coni negli addominali, non far cadere le dita dei piedi fino al pavimento. In alternativa, puoi appoggiare i piedi sul pavimento e usare i muscoli del core per sollevare ogni piede di qualche centimetro alla volta.

4. Con il cerchio, il blocco o la palla tra le gambe e i piedi appoggiati sul pavimento, solleva il sedere fino a quando la schiena forma una linea retta dalle ginocchia alle spalle. Concentrati davvero sul coinvolgimento del pavimento pelvico e dei muscoli interni della coscia mentre espiri e ti sollevi nel ponte dell’anca. Quindi inspira come la parte bassa della schiena. E ripeti. Kristin McGee è una delle principali istruttrici di yoga e pilates e una collaboratrice del fitness presso Health.

Perché non dovresti davvero dormire nei tuoi contatti Il CDC sta ricordando a uno su tre portatori di contatti che lasciano le loro lenti durante la notte che ciò aumenta notevolmente il rischio di infezione. Di Amanda Gardner, 21 dicembre 2018 Pubblicità Salva Ellissi Pin FB Altro Tweet Mail Email iphone Invia SMS Stampa Se qualcuno ne ha dubbi sul fatto di dormire o anche di fare un pisolino nelle lenti a contatto, considera questo racconto ammonitore: un uomo che indossava le lenti a contatto durante la notte durante una battuta di caccia di due giorni tornò a casa, si fece una doccia, si asciugò gli occhi con un asciugamano, e ho sentito un “pop” seguito da bruciore agli occhi. Quello era il suono della sua cornea, lo strato esterno dell’occhio che si strappava. Si è scoperto che aveva un’ulcera corneale perforata da un’infezione batterica e aveva bisogno subito di un trapianto di cornea per salvare la vista. “Quando si ottiene una tale infezione, è come un’ebollizione o un ascesso nella pelle.

In realtà scoppierà, e sentirai un pop, e poi sentirai un flusso di liquido “, afferma Thomas Steinemann, MD, portavoce clinico dell’American Academy of Ophthalmology. La storia dell’uomo è una delle sei presentate in un rapporto del Centers for Disease Control and Prevention (CDC) pubblicato questa settimana negli Annals of Emergency Medicine, che descrive in dettaglio le cose orribili che possono accadere quando dormi nei tuoi contatti. Un terzo dei 45 milioni di portatori di lenti a contatto negli Stati Uniti dorme nei loro contatti, anche se può aumentare il rischio di infezione da sei a otto volte. Tali infezioni potrebbero causare perdita permanente della vista, abrasioni corneali (graffi sulla superficie dell’occhio) e peggioramento dell’occhio secco. “Se dormi nelle lenti a contatto, devi smettere”, afferma la dottoressa di optometria (OD) Angela Bevels, fondatrice e proprietaria della Elite Dry Eye Spa di Tucson, in Arizona. “Prendersi cura di loro richiede di eliminarli.” CORRELATO: 7 errori che stai facendo con i tuoi contatti Le lenti a contatto raccolgono tutti i tipi di germi e detriti durante il giorno.

Se dormi in loro, ci sono più possibilità di un’infezione. “I detriti delle lenti a contatto e dei margini del coperchio si accumulano e il contatto diventa tossico, e questo è ciò che causa l’infezione”, spiega Bevels. Il rapido movimento degli occhi durante il sonno può peggiorare le cose, afferma Samuel D. Pierce, OD, presidente dell’American Optometric Association. Inoltre, avere quel pezzo di plastica che nuota negli occhi significa anche che i tuoi pigoli non ricevono abbastanza ossigeno, anche se stai usando le cosiddette lenti a usura estesa.

No Comments

댓글 남기기

이 사이트는 스팸을 줄이는 아키스밋을 사용합니다. 댓글이 어떻게 처리되는지 알아보십시오.

%d 블로거가 이것을 좋아합니다: